Home > America del Nord e Centrale > Isole Vergini Britanniche Condividi su  

bandiera Isole Vergini Britanniche
British Virgin Islands

Posizione in Nord-Centro America

Confini:

Circondate dall'Oceano Atlantico

Forma di governo Dipendenza Britannica con autonomia
interna
Superficie 151 Km²
Popolazione 28.100 ab. (censimento 2010)
33.500 ab. (stime 2015)
Densità 222 ab/Km²
Capitale Road Town (13.000 ab.)
Moneta Dollaro USA
Lingua Inglese (ufficiale), Creolo-inglese, Spagnolo
Speranza di vita M 77 anni, F 80 anni


   Le Isole Vergini si trovano nell'Oceano Atlantico ad est di Portorico e sono divise politicamente fra Stati Uniti e Regno Unito, a cui appartengono le isole più orientali. Della sezione britannica fanno parte circa 40 isole (la cui origine è in prevalenza vulcanica), contraddistinte da coste piuttosto frastagliate ed aspre.


 GEOGRAFIA FISICA

   Il territorio è in prevalenza collinare per quanto riguarda le isole vulcaniche, pianeggiante in quelle di origine corallina; della prima categoria fanno parte tutte le isole maggiori, eccetto la più settentrionale dell'arcipelago, Anegada; l'elevazione massima viene raggiunta su Tortola e precisamente con il Monte Sage (521 m.).

   Poco più di 4/5 della superficie è dato dalle quattro isole principali, in ordine di grandezza Tortola (56 Km²), Anegada (38 Km²), Virgin Gorda (21 Km²) e Jost Van Dyke (8 Km²); lo sviluppo costiero complessivo è di 80 chilometri, con coste spesso frastagliate, ricche di baie, insenature e capi.

   Pochi e molto brevi i corsi d'acqua, data la limitata estensione e la forma molto allungata delle varie isole, non sono presenti nemmeno bacini lacustri di una certa importanza, su Anegada si trovano alcuni stagni, specialmente nella parte occidentale.

   Il clima è di tipo tropicale, le temperature subiscono variazioni molto leggere nel corso dell'anno, con massime comprese fra 27°-31°C e minime fra 19°-23°C; le precipitazioni, più consistenti fra Settembre e Novembre, si attestano attorno ai 1.200 mm all'anno in media, sono maggiori sulle alture e viceversa minori lungo le coste; l'arcipelago è colpito sovente da uragani di violenza e pericolosità variabile.


 GEOGRAFIA UMANA

   Le Isole Vergini Britanniche sono suddivise amministrativamente in 5 distretti, i primi quattro corrispondono alle isole principali, l'ultimo comprende tutte le altre isole; il tasso di urbanizzazione è del 46%, la capitale Road Town (13.000 ab.) su Tortola, isola che accoglie poco meno dell'85% della popolazione, è l'unica vera cittadina dell'arcipelago.

   La maggior parte degli abitanti è di etnia nera (82%), discendente dagli schiavi deportati dall'Africa durante il periodo coloniale, seguono bianchi (7%), mulatti (6%) ed indiani (3%); negli ultimi anni c'è stato un notevole incremento della popolazione, grazie a forza lavoro proveniente in special modo da Guyana, Saint Vincent e Grenadine e Giamaica.

   La fede protestante (72%), in particolare metodista ed anglicana, è la religione più diffusa, i cattolici sono il 9%, mentre il 6% della popolazione non è religioso.


 TURISMO

   Il turismo è il settore economico più importante per l'arcipelago, che attira soprattutto visitatori dagli Stati Uniti d'America, che possono raggiungere queste isole piuttosto caratteristiche e affascinanti in poche ore di volo o tramite le crociere che fanno tappa da queste parti.

   Siti web turistici: Ente del Turismo delle Isole Vergini Britanniche In Italiano

    Video

Breve video, che tramite splendide panoramiche aeree esalta i paesaggi di queste isole.