Home > Asia > Iraq
Condividi su
Bandiera dell'Iraq
Repubblica d'Iraq
Al Jumhuriyah al ‘Iraqiyah
   L'Iraq è balzato agli onori delle cronache più volte in questi ultimi decenni e questo purtroppo per le sue vicessitudini politiche e militari. Il territorio è in gran parte desertico e pianeggiante, tranne che nella zona montuosa settentrionale ai confini con Iran e Turchia; abbiamo inoltre un'area abbastanza fertile fra i fiumi Eufrate e Tigri, la famosa Mesopotamia, dove si concentrano gli abitanti di questa Nazione.
Forma di governo Repubblica federale parlamentare
Superficie 435.050 Km²
Popolazione 41.191.000 ab. (stime 2021)
Densità 95 ab/Km²
Capitale Baghdad (6.107.000 ab.)
Moneta Dinaro iracheno
Indice di sviluppo umano 0,674 (123° posto)
Lingua Arabo, Curdo (entrambe ufficiali)
Speranza di vita M 72 anni, F 76 anni
Posizione in Asia

Confini:

Turchia a NORD
Siria e Giordania ad OVEST
Arabia Saudita a SUD
Kuwait a SUD-EST
Iran ad EST
Oceano Indiano (Golfo Persico) a SUD-EST

GEOGRAFIA FISICA DELL'IRAQ

   Se escludiamo la parte settentrionale e montuosa del Paese, corrispondente al Kurdistan, il resto dell'Iraq è pianeggiante ed in gran parte desertico, ad ovest troviamo il deserto siriaco, mentre la zona meridionale è occupata da una parte del tavolato arabico; nel mezzo troviamo comunque una vasta area fertile, la Mesopotamia. L'Iraq ha anche una cinquantina di chilometri di coste sul Golfo Persico, nella sua estremità sud-orientale.

   Le montagne del Kurdistan arrivano a quote superiori ai 3.000 metri ed hanno come vetta più alta il Cheekha Dar (3.611 m.), sul confine con l'Iran.

   I due fiumi senza dubbio più importanti del Paese sono il Tigri (1.290 Km il tratto iracheno, totale 1.850 Km) e l'Eufrate (1.015 Km in Iraq, totale 2.800 Km), che da millenni garantiscono nella zona compresa fra i loro due corsi, la Mesopotamia, acqua sufficente alle coltivazioni; si uniscono a nord-ovest di Bassora per dare vita negli ultimi 190 chilometri allo Shatt al-Arab, prima di sfociare nel Golfo Persico.

   In Iraq sono presenti alcuni bacini lacustri per lo più artificiali, come il Lago Tharthar (2.710 Km²), il maggiore del Paese ed in origine un piccolo lago naturale, o il lago salato Milh (1.000 Km²), usato per regolare le piene dell'Eufrate; diverse anche le aree paludose, in particolare nel sud-est, a partire dal Khor Al Hammar, che ha una superficie a seconda del periodo fra 600 e 1.350 Km².

   Il clima è nel complesso continentale ed a causa delle scarse piogge piuttosto arido, se escludiamo la parte settentrionale dove le precipitazioni sono più abbondanti, notevole anche lo scarto fra temperature estive, che arrivano a sfiorare i 50 gradi, ed invernali.

GEOGRAFIA UMANA DEL'IRAQ

   L'Iraq è suddiviso in 19 governatorati, con un tasso di urbanizzazione che si attesta sul 70%.

   La capitale Baghdad (6.107.000 ab.) è fra le città più popolate del Medio Oriente; gli altri centri urbani principali sono Bassora (1.413.000 ab.), Mosul (1.362.000 ab.), Kirkuk (972.000 ab.), Arbil (879.000 ab.), Najaf (747.000 ab., 1.128.000 aggl. urbano), Karbala (712.000 ab.), Sulaymaniyah (676.000 ab.), Amara (560.000 ab.) e Nassiria (558.000 ab., 864.000 aggl. urbano).

   Gli Arabi costituscono l'85% della popolazione, i Curdi il 10%, le minoranze più significative sono quella Assira e quella Turkmena; circa 2 milioni di iracheni sono espatriati in questi ultimi anni a causa della guerra. La religione musulmana è di gran lunga la più professata, con il 97% di fedeli nel Paese; il cristianesimo raggiunge invece il 2%.

TURISMO IN IRAQ


   Per il momento l'Iraq è una destinazione da evitare; la sua ricca storia lo potrà far diventare in futuro una delle mete più interessanti del Medio Oriente.

   Siti web turistici: Iraq Tourist Attractions In Inglese

Le bellezze naturali nel nord del Paese, nella regione del Kurdistan.



Baghdad



English version of this page